Richard LEVINS


Richard "Dick" Levins è un ecologista matematico e attivista politico. È noto particolarmente per i suoi lavori sull’evoluzione in ambienti in corso di modificazioni.
Il suo stile di scrittura e di espressione è estremamente conciso. Questo fatto, combinato con il suo essere marxista, ha reso le sue analisi molto meno note di quelle di altri ecologisti ed evoluzionisti più esperti nella divulgazione. A questo proposito si racconta che i suoi studenti laureati nei suoi anni di insegnamento a Chicago dovevano seguire i corsi per ben tre volte: la prima volta per acclimatarsi al linguaggio delle sue proposizioni e alla difficoltà della sua matematica; la seconda per sedimentare le idee fondamentali; e la terza per acquisire le sottigliezze e per realizzare gli opportuni approfondimenti.  
Levins ha scritto su argomenti di natura filosofica concernenti la biologia e la relativa creazione di modelli matematici. Su questi temi è necessario ricordare l’essenziale articolo “La strategia della costruzione di modelli nella biologia delle popolazioni”. La sua influenza si è allargata ad un numero rilevante di filosofi contemporanei della biologia.
Levins è un marxista ed ha affermato che la metodologia applicata nel suo Evolution in Changing Environments – Evoluzione in ambienti in corso di modificazioni si basa sull’introduzione ai  Grundrisse di Marx, i lineamenti fondamentali di Das Kapital.
Con il genetista evoluzionista Richard Lewontin, Levins ha collaborato a numerose pubblicazioni sulle metodologie, la filosofia e le implicazioni sociali della biologia. Molte di queste fanno parte della raccolta The Dialectical Biologist-Il biologo dialettico. Nel 2007, i due evoluzionisti hanno pubblicato insieme una seconda collezioni di saggi su questo tema dal titolo “Biology Under the Influence: Dialectical Essays on Ecology, Agriculture, and Health – Biologia sotto influsso: saggi dialettici di ecologia, agricoltura e salute.” 
Sempre con Lewontin, con lo pseudonimo Isadore Nabi, Levins è stato co-autore di un numero di articoli satirici che sottopongono a critiche la sociobiologia, i sistemi di modelli in ecologia e altri soggetti. Levins e Lewontin hanno costruito una assurda biografia di Nabi e delle sue conquiste per “American Men of Science”, in cui hanno voluto dimostrare quanto poca cura editoriale e quanto scarso controllo vengono riposti nel “respected reference work”, nel giudizio di competenza delle pubblicazioni. 
 
Biografia
Levins è nato a New York l’1 giugno 1930. Ha riportato i suoi ricordi della sua precoce formazione giovanile politica e scientifica in un articolo su Red Diapers. All’età di 10 anni, Levins ha assunto motivi ispiratori dai saggi del biologo pensatore marxista J. B. S. Haldane, che Levins considera al pari di Albert Einstein per importanza scientifica.
Levins ha studiato agricoltura e matematica presso l’Università di Cornell. Si è sposato con la scrittrice portoricana Rosario Morales nel 1950. Al momento della sua laurea è stato messo sulla lista degli indesiderabili a Cornell, e quindi con la moglie si trasferiva a Porto Rico dove si diede all’agricoltura e all’organizzazione rurale.
Nel 1956 ritornava a  New York, dove conseguiva la libera docenza e il dottorato Ph.D. alla Columbia University. Levins ha insegnato all’Università di Porto Rico dal 1961 al 1967 ed è diventato membro importante del movimento per l’indipendenza del Porto Rico. Ha visitato Cuba per la prima volta nel 1964, dando inizio ad una collaborazione scientifica e politica con i biologi cubani, che continua tuttora. Per la sua partecipazione attiva ai movimenti in Porto Rico per l’indipendenza e contro la guerra gli è stata negata la docenza all’Università del Porto Rico e allora nel 1967 con i tre bambini e la moglie Rosario è ritornato a  Chicago, dove ha iniziato ad insegnare all’Università ed ha iniziato una collaborazione costante con Lewontin. In seguito, entrambi hanno assunto incarichi ad Harvard con l’appoggio di E. O. Wilson, con il quale più tardi hanno acceso una discussione sulla sociobiologia.
Levins è stato eletto membro dell’Accademia Nazionale delle Scienze degli Stati Uniti, ma ha rassegnato le dimissioni visto il ruolo dell’Accademia come consulente dell’esercito statunitense. Levins è “John Rock Professor of Population Sciences” presso la Scuola di Sanità Pubblica ad Harvard. È stato membro del Partito Comunista degli Stati Uniti e del Partito Comunista di Porto Rico, ha partecipato al Movimento per l’Indipendenza e al Partito Socialista del Porto Rico ed è stato iscritto nella lista dei sorvegliati dell’FBI.
Nel corso degli ultimi due decenni Levins ha concentrato la sua attenzione sulle applicazioni ecologiche all’agricoltura, in modo particolare a quella dei paesi in via di sviluppo.
 
Evoluzione in ambienti in corso di modificazioni
Prima dell’opera di Levins, la genetica delle popolazioni assumeva l’ambiente come costante, mentre l’ecologia matematica assumeva la costituzione genetica delle specie interessate come costante. Levins ha formulato un modello di situazione in cui avviene evoluzione durante le modificazioni ambientali. Una delle sorprendenti conseguenze di questo modello è che la selezione non ha bisogno di un massimo di adattamento, ma che sono le specie a selezionarsi per l’estinzione. Levins ha racchiuso i suoi primi più importanti risultati in Evolution in Changing Environments, un lavoro fondato sulle letture condotte a Cuba negli anni ’60. Levins ha utilizzato in modo estensivo le scienze matematiche e ha sviluppato moduli matematici di sua invenzione.
 
Riconoscimenti
Edinburgh Medal in Science and Society;
Lukacs 21st Century Award (per i suoi contributi all’ecologia matematica);
Numerosi riconoscimenti a Porto Rico e a Cuba (per i suoi contributi all’ecologia e all’agricoltura); ultimo di questa serie, la Medaglia d’onore per il trentesimo Anniversario dell’Accademia Cubana delle Scienze; 
Laurea ad honorem dall’Università dell’Havana;
American Public Health Association's 2007 Milton Terris Global Health Award
 
Selezione bibliografica
Levins, R. “Genetic Consequences of Natural Selection – Conseguenze genetiche della selezione naturale” in Talbot Waterman e Harold Morowitz, eds., Theoretical and Mathematical Biology, Yale, 1965, pp. 372-387.
Levins, R. “The Strategy of Model Building in Population Biology – La strategia di costruzione di un modello nella biologia delle popolazioni ”, American Scientist, 54:421-431, 1966
Levins, R. Evolution in Changing Environments, Princeton University Press, 1968.
Levins, R. “Evolution in communities near equilibrium – Evoluzione nelle comunità prossima all’equilibrio”, in M. L. Cody e J.M. Diamond (eds) Ecology and Evolution of Communities, Harvard University Press, 1975.
Nabi, I., (pseud.) “An Evolutionary Interpretation of the English Sonnet: First Annual Piltdown Man Lecture on Man and Society- Interpretazione evoluzionista di un sonetto inglese” Science and Nature, no. 3, 1980, 71-73.
Levins, R. e R.C. Lewontin, The Dialectical Biologist, Harvard University Press, 1985.
Puccia, C.J. e Levins, R. Qualitative Modeling of Complex Systems: An Introduction to loop Analysis and Time Averaging – Costruzione di un modello qualitativo di sistemi complessi, Harvard University Press, Cambridge, MA. 1986.
Levins, R. e Vandermeer, J. “The agroecosystem embedded in a complex ecological community – L’agroecosistema integrato in una comunità ecologica complessa” in: Carroll R.C., Vandermeer J. e Rosset P., eds., Agroecology, New York: Wiley and Sons, 1990.
Grove E.A., Kocic V.L., Ladas G. e Levins R. “Periodicity in a simple genotype selection model – Periodicità in un modello semplice di selezione genotipica” in Diff Eq and Dynamical Systems 1(1):35-50, 1993.
Levins, R. “Ten propositions on science and antiscience – Dieci proposizioni su scienza ed antiscienza” in Social Text, 46/47:101–111, 1996.
Levins, R. “Dialectics and systems theory – Dialettica e teoria dei sistemi” in Science and Society 62(3):373-399, 1998.
Levins, R. e Lopez C. “Toward an ecosocial view of health – Verso un punto di vista ecosociale della salute”, International Journal of Health Services 29(2):261-293, 1999.
Levins, R. “Whose Scientific Method? Scientific Methods for a Complex World, New Solutions- Quale metodo scientifico? Metodi scientifici per un mondo complesso, nuove soluzioni” in “A Journal of Environmental and Occupational Health Policy” 13(3) 261-274 (2003)
R.C. Lewontin e R. Levins, "Biology Under The Influence, Dialectical Essays on Ecology, Agriculture, and Health - Biologia sotto influsso: saggi dialettici di ecologia, agricoltura e salute.” New York: Monthly Review Press, 2007.