HOME TLAXCALA
la rete di traduttori per la diversità linguistica
MANIFESTO DI TLAXCALA  CHI SIAMO?  AMICI DI TLAXCALA  RICERCA 

AL SUD DELLA FRONTIERA (America Latina e Caraibi)
IMPERO (Questioni globali)
LA TERRA DI CANAAN (Palestina, Israele)
UMMA (Mondo arabo, Islam)
NELLA PANCIA DELLA BALENA (Attivismo nelle metropoli imperialiste)
PACE E GUERRA (USA, UE, NATO)
LA MADRE AFRICA (Continente africano, Oceano Indiano)

ZONA DI TIFONI (Asia, Pacifico)
K COME KALVELLIDO (Diario di un vignettista proletario)
SCUOTI-MENINGI (Cultura, comunicazione)
INCLASSIFICABILI 
CRONACHE TLAXCALIANE 
STRUMENTI DI TLAXCALA (Glossari, dizionari, mappe)
BIBLIOTECA DEGLI AUTORI 
GALLERIA 
ARCHIVI DI TLAXCALA 

22/07/2017
Español Français English Deutsch Português Italiano Català
عربي Svenska فارسی Ελληνικά русски TAMAZIGHT OTHER LANGUAGES
 

Dichiarazione urgente sull'assassinio di Natal'ja Estemirova


AUTORE:   MEMORIAL Мемориал

Tradotto da  Manuela Vittorelli


Il centro per la difesa dei diritti umani “Memorial” la sera del 15 luglio 2009 ha diffuso una comunicazione urgente sull'omicidio di Natal'ja Estemirova.


“Oggi hanno ucciso la nostra amica e collega, una persona a noi vicina. Per quasi dieci anni Nataša è stata un importante operatore di “Memorial” nel Caucaso Settentrionale, soprattutto in Cecenia. Non solo raccoglieva informazioni sulle violazioni dei diritti umani, ma era un difensore dei diritti umani con la maiuscola, una paladina del popolo.

Gli abitanti della Cecenia sono stati vittime di bombardamenti, “epurazioni”, sequestri, violenze: Nataša cercava di aiutare tutti loro. Chiedeva alle autorità l'impossibile: che ponessero fine all'illegalità e all'ingiustizia. A volte ci riuscì: la convinzione di essere nel giusto e la fede nel diritto le davano forza. Questo lavoro ha reso nota Nataša in tutta la Cecenia, la gente si rivolgeva a lei nella speranza di essere difesa, benché le ingiustizie non fossero un mistero.

Nataša è stata minacciata più volte da funzionari di ogni rango, ma era incapace di pensare il proprio lavoro lontano dalla sua patria, la Cecenia.

In particolare, secondo una dichiarazione del presidente del Consiglio del centro “Memorial”, Oleg Orlov: “<...> Ramzan Kadyrov aveva già minacciato Natal'ja, l'aveva insultata, la considerava un suo nemico personale. Non sappiamo se sia stato egli stesso a dare l'ordine di assassinarla o se l'abbiano fatto i suoi più stretti collaboratori, per compiacere i superiori <...>”.

“Sappiamo che le ultime comunicazioni di Nataša a proposito di nuovi sequestri, di esecuzioni extragiudiziali, di fucilazioni pubbliche nei pressi di un villaggio ceceno avevano suscitato indignazione ai vertici ceceni. Ne ha parlato il cosiddetto Commissario per i diritti umani in Cecenia Nurdi Nuchažiev con la direzione della nostra sede di Groznij. Aveva detto che non voleva che accadesse qualcosa perché ne avrebbe incolpato i difensori dei diritti umani.

Abbiamo corso il rischio, che si è rivelato inutile. Siamo profondamente colpevoli.

Chiameremo tutti con i loro nomi. In Russia il terrore di Stato prosegue. Sappiamo di omicidi in Cecenia e fuori della Cecenia. Si uccide chi cerca di dire la verità, di criticare il governo. Ramzan Kadyrov ha reso impossibile il lavoro degli operatori dei diritti umani nella Repubblica. Chi ha ucciso Nataša Estemirova voleva far cessare il flusso di informazioni accurate provenienti dalla Cecenia. Forse ci è riuscito”.




Originale da: Правозащитный Центр "Мемориал" об убийстве Натальи Эстемировой

Articolo originale pubblicato il 15 luglio 2009

L’autore

Manuela Vittorelli è membro di Tlaxcala, la rete di traduttori per la diversità linguística. Questo articolo è liberamente riproducibile, a condizione di rispettarne l'integrità e di menzionarne autori, traduttori, revisori e la fonte.

URL di questo articolo su Tlaxcala:
http://www.tlaxcala.es/pp.asp?reference=8194&lg=it

  

 


NELLA PANCIA DELLA BALENA: 16/07/2009

 
 STAMPA QUESTA PAGINA STAMPA QUESTA PAGINA 

 INVIA QUESTA PAGINA INVIA QUESTA PAGINA

 
INDIETROINDIETRO 

 tlaxcala@tlaxcala.es

ORA DI PARIGI  4:41